Cerchiamo moderatori per le mailing list di OSM!

Lo scorso dicembre la Fondazione OpenStreetMap (OSMF) ha chiesto aiuto per istituire una squadra di moderatori per le mailing list OSMF-talk e talk. Il compito è stato passato al Gruppo di lavoro sulle sezioni locali e le comunità (LCCWG, Local Chapters and Communities Working Group) che ha di conseguenza creato un sotto-comitato di moderazione per dirigere questo lavoro.

Negli ultimi nove mesi, il sotto-comitato ha diretto gli sforzi per rivedere le linee guida dell’etiquette e il processo di moderazione, ma sarà compito della squadra di moderatori mettere in pratica queste indicazioni e continuare a definire le pratiche di moderazione negli spazi di OSM.

Servono volontari da tutti gli angoli della comunità globale di OpenStreetMap per partecipare a questa squadra e far sì che le liste rimangano un posto sicuro, accogliente e inclusivo. I moderatori aiuteranno a far rimanere “on topic” le discussioni e ad incoraggiare una comunicazione efficace e rispettosa sulle mailing list.

Se ti interessa, compila questo modulo e un membro del sotto-comitato ti contatterà. L’obiettivo è formare una squadra entro il periodo di elezioni della OSMF, quindi non tardare troppo (obiettivo: fine ottobre)!

Attività del ramo locale di OSM in Slovacchia

Il post seguente è stato scritto da Freemap Slovakia, uno dei rami locali (Local Chapters) della Fondazione OSM.

OpenStreetMap è rappresentata in Slovacchia da Freemap Slovakia (un’organizzazione non governativa), fondata nel 2009 e riconosciuta come ramo locale di OSM nel 2021.

Abbiamo tredici membri regolari e quattro membri registrati. Oltre ai membri dell’organizzazione, ci sono centinaia di mappatori attivi in Slovacchia.

Nel tempo abbiamo contribuito ad OSM in vari modi, e continuiamo a farlo.

Comunità

Forum di discussione generale di OSM

Gestiamo il gruppo Google osm_sk, accessibile a tutti, dove i contributori di OSM che si occupano della Slovacchia sono i benvenuti per discutere idee e porre domande.

Mapping party

Una o due volta all’anno organizziamo dei mapping party, uno dei quali ha il ruolo di riunione per la nostra ONG. I party si tengono in luoghi sempre diversi della Slovacchia.

Foto di gruppo all'aperto dei membri di Freemap SK, che tengono in mano uno striscione di freemap.sk e uno di OpenStreetMap.

Facebook

La pagina della nostra comunità si trova qui.

Importazioni di dati

Edifici e indirizzi

In uno sforzo che dura da alcuni anni siamo continuamente operando delle importazioni di massa di dati, sotto un’adeguata supervisione, di edifici e indirizzi dal catasto immobiliare della Slovacchia. A questo scopo abbiamo implementato un plugin di JOSM che permette di ispezionare i dati importati in questo modo e successivamente di caricarli nel database di OSM.

Sentieri marcati

La Slovacchia è un paese montuoso e possiede uno tra i sistemi sentieristici più elaborati al mondo, con più di cento anni di storia (condiviso con la Repubblica Ceca).

Cooperiamo con il Klub Slovenských Turistov (Associazione dei turisti slovacchi) che gestisce i sentieri fisici e le loro indicazioni, per assicurarci che tutte le modifiche siano registrate in OSM il prima possibile.

Foto di alcuni cartelli di sentieri.

Infrastruttura ciclabile

La Slovacchia gode di una crescita costante dell’infrastruttura ciclabile, sia in senso fisico (per esempio i percorsi dedicati) che in termini di indicazioni sentieristiche. Ci assicuriamo che le modifiche più recenti nel “mondo reale del ciclismo slovacco” siano inserite nel database di OSM.

Foro di alcuni cartelli di sentieri e itinerari ciclabili.

Fiumi e ruscelli

I fiumi e i ruscelli sono difficili da mappare tramite un sopralluogo, perciò abbiamo importato la maggior parte delle vie d’acqua dal catasto slovacco, da fonti open source dell’ufficio cartografico nazionale, dalla banca dati di INSPIRE e più recentemente dalle più precise scansioni laser aeree del terreno effettuate dall’Autorità per la Geodesia, la Cartografia e il Catasto della Repubblica Slovacca.

Software e hardware

Il portale web freemap.sk

Sviluppiamo e gestiamo il portale freemap.sk, che fornisce le seguenti funzionalità:

  • distribuzione propria dei tasselli della mappa,
  • calcolo di itinerari,
  • galleria fotografica,
  • e molto altro.

Il codice sorgente del portale, dei server backend e molte repository di servizi utili sono open source.

Schermata del sito freemap.sk.

Stili personalizzati per la mappa, e renderer

A causa del peculiare aspetto delle indicazioni dei sentieri in Slovacchia, abbiamo sviluppato diversi stili personalizzati per la mappa, che forniamo anche al pubblico come tasselli.

Stile “Hiking” obsoleto

Questo stile raster è stato usato per molti anni finché abbiamo sviluppato uno stile “Outdoor” più recente e ad alta risoluzione. Alcuni considerano ancora questo stile obsoleto il migliore come equilibrio tra colori, informazioni ed estetica in generale, perciò esso rimane tutt’ora disponibile nel portale.

Schermata del sito freemap.sk con lo stile obsoleto.

Stile “Outdoor” recente

Un nuovo stile raster ad alta risoluzione è in sviluppo dal 2019, con un aspetto più elaborato, e mostra contemporaneamente i sentieri per escursioni a piedi, in bici, in sci di fondo e a cavallo.

Schermata del sito freemap.sk con lo stile più recente.

Nei livelli di zoom più dettagliati, uniamo alla mappa anche il profilo del terreno ottenuto dalle scansioni laser aeree.

Schermata del sito freemap.sk con lo stile più recente, che mostra anche il profilo ombreggiato del terreno ai livelli di zoom più elevati.

Il codice sorgente dello stile della mappa è disponibile liberamente.

Galleria fotografica

Diamo agli utenti di freemap.sk la possibilità di caricare e consultare fotografie. La nostra galleria contiene quasi trecentomila foto, tra cui più di diecimila foto di cartelli di sentieri o percorsi ciclabili.

Un esempio della galleria fotografica di freemap.sk.

Render delle mappe, e hosting dei tasselli

Renderizziamo i nostri stili della mappa, e rendiamo i tasselli disponibili per un uso pubblico. In questo modo, chiunque può usare facilmente i nostri tasselli nei propri siti web, o nelle applicazioni per telefono.

Schermata di un'applicazione Android che mostra la disponibilità delle mappe di Freemap.
Schermata di una mappa di Freemap all'interno di un'applicazione per Android.

Forniamo inoltre delle mappe vettoriali offline per l’applicazione Locus su Android e altri dispositivi:

Schermata di una mappa vettoriale di Freemap all'interno di un'applicazione per Android.
Schermata di un'applicazione per Android che usa le mappe di Freemap, che mostra alcune personalizzazioni disponibili.

Esportazioni per dispositivi Garmin

Due volte alla settimana esportiamo la mappa nello stile freemap in un formato adatto per i dispositivi Garmin.

Schermata di una mappa di Freemap per dispositivi Garmin.

Altro

Mappe stampate

Creiamo mappe vettoriali personalizzate per stampe di grandi dimensioni, adatte alle bacheche di informazioni. Gli utenti di freemap.sk possono inoltre esportare facilmente le proprie mappe raster in una qualità adatta alla stampa tramite la funzionalità Esporta mappa.

Foto di una bacheca informativa che contiene una mappa, alcune fotografie, e del testo.

Ottemperanza alla licenza di OSM

Le mappe generate con i dati di OSM sono usate con frequenza da varie ONG in Slovacchia su bacheche informative e mappe stampate. Quando ci imbattiamo in mappe basate su OSM a cui manca la corretta attribuzione, contattiamo i creatori di tali mappe per assicurarci che il testo corretto venga incluso. In quasi tutti i casi la situazione non è dovuta a un intento doloso, ma semplicemente perché non si sapeva di dover aggiungere l’attribuzione, e il problema si risolve facilmente aggiungendo alla mappa un adesivo contenente il testo necessario.

Premi

Il premio “Greatness in mapping” è stato assegnato nel 2016 al nostro membro Martin Ždila.

Finanziamenti

Le nostre spese più elevate derivano dall’hosting del portale freemap.sk e dai server per il render delle mappe. Questi costi sono coperti dalle quote annuali pagate dai nostri membri, dalle donazioni, e dal “2% income tax donation schema” operato dal governo slovacco.

La nostra visione per i prossimi anni

Nel futuro prossimo ci impegneremo nei seguenti ambiti:

  • crediamo che, come comunità, siamo riusciti a creare la migliore mappa outdoor dell’Europa centrale, con un livello di precisione e frequenza di aggiornamenti insuperati, e vogliamo continuare su questa strada;
  • far crescere la comunità di OSM in Slovacchia e rendere gli strumenti esistenti più accessibili ai mappatori che non parlano inglese;
  • in quanto gruppo di persone perlopiù focalizzato sulla tecnologia, ci rendiamo conto della necessità di reclutare nuovi membri che possano aiutarci a dare un volto “più umano” al nostro operato sui social media, oppure organizzando degli eventi per coloro che sono meno versati in OSM;
  • continuare a importare dati in OSM da banche dati pubblicate da varie agenzie governative slovacche, con un occhio per la sistemazione dei dati importati in precedenza da banche dati meno precise;
  • lavorare allo sviluppo ulteriore del portale web freemap.sk, dello stile della mappa outdoor e di un servizio di calcolo itinerari personalizzato, probabilmente basato su GraphHopper;
  • provare a raccogliere più finanziamenti, che ci permetterebbero di ingrandire ancora di più l’area coperta dalla nostra mappa.
L'estensione attuale delle mappe di Freemap, che comprendono per intero Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Austria, Svizzera, Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Kosovo, Bulgaria, Romania e Macedonia, in aggiunta all'Italia centrale e settentrionale, più parti meridionali di Francia, Germania, Polonia e Moldavia, e settentrionali di Grecia ed Albania ai confini con le altre nazioni menzionate.

Ulteriori risorse

  • WikiProjekt Slovensko su wiki.openstreetmap.org (in slovacco)
  • oma.sk – un portale affiliato, basato sui dati di OSM e sulle mappe di freemap.sk
  • nabezky.sk – portale affiliato dedicato allo sci di fondo che usa le mappe di freemap.sk

Contattaci

Scrivici sul gruppo Google osm_sk, sulla nostra pagina Facebook, oppure invia un’email all’indirizzo freemap@freemap.sk.


Vuoi tradurre questo o altri articoli del blog in un’altra lingua o aiutare con le traduzioni in italiano? Invia un’email a communication@osmfoundation.org con oggetto: “Helping with translations in [lingua]”.

La Fondazione OpenStreetMap è un’organizzazione senza scopo di lucro, costituita per sostenere il progetto OpenStreetMap. Si dedica a incoraggiare la crescita, lo sviluppo e la distribuzione di dati geospaziali gratuiti per chiunque li utilizzi e li condivida. La Fondazione OpenStreetMap possiede e mantiene l’infrastruttura del progetto OpenStreetMap, è sostenuta finanziariamente dalle quote associative e dalle donazioni, e organizza la conferenza annuale internazionale State of the Map. Non ha dipendenti a tempo pieno e sostiene il progetto OpenStreetMap attraverso il lavoro dei nostri Gruppi di lavoro di volontari. Prendete in considerazione la possibilità di diventare membri della Fondazione.

Ricevi una notifica quando un nuovo post è pubblicato iscrivendoti al feed RSS.

Funzionalità RSS/Torrent per i file planet

I dati di OpenStreetMap sono aperti, disponibili per tutti gratuitamente su https://planet.openstreetmap.org/. Rilasciamo sei grandi file, per un totale di 428 GB, alla settimana. Questi file contengono la totalità dei dati di OpenStreetMap, inclusi i file della cronologia di OSM.

Per rendere più facile scaricare questi file, forniamo anche dei file BitTorrent, che permettono di condividere tra più server web lo sforzo per lo scaricamento, così come di sfruttare il trasferimento peer-to-peer.

mnalis ha di recente implementato dei feed RSS che annunciano quando i file torrent vengono pubblicati. Questo fa sì che gli utenti possano scaricare e condividere in modo automatico i file planet non appena sono prodotti, riducendo così il carico sui server di planet.openstreetmap.org, che hanno una larghezza di banda limitata.

Ulteriori informazioni su https://wiki.openstreetmap.org/wiki/Planet.osm#BitTorrent_RSS.2FAtom_feed.

Operations Working Group, Mnalis


Vuoi tradurre questo o altri articoli del blog in un’altra lingua o aiutare con le traduzioni in italiano? Invia un’email a communication@osmfoundation.org con oggetto: “Helping with translations in [lingua]”.

La Fondazione OpenStreetMap è un’organizzazione senza scopo di lucro, costituita per sostenere il progetto OpenStreetMap. Si dedica a incoraggiare la crescita, lo sviluppo e la distribuzione di dati geospaziali gratuiti per chiunque li utilizzi e li condivida. La Fondazione OpenStreetMap possiede e mantiene l’infrastruttura del progetto OpenStreetMap, è sostenuta finanziariamente dalle quote associative e dalle donazioni, e organizza la conferenza annuale internazionale State of the Map. Non ha dipendenti a tempo pieno e sostiene il progetto OpenStreetMap attraverso il lavoro dei nostri Gruppi di lavoro di volontari. Prendete in considerazione la possibilità di diventare membri della Fondazione.

100 milioni di modifiche a OpenStreetMap

Oggi è stato caricato su OpenStreetMap il centomilionesimo changeset. Questa pietra miliare rappresenta l’insieme di quasi un miliardo di oggetti nel database di OpenStreetMap, caricati da tutto il mondo negli ultimi sedici e più anni da una comunità diversificata di oltre un milione e mezzo di mappatori.

Il risultato è l’insieme di dati libero più vasto al mondo, che fornisce un’infrastruttura essenziale per comprendere il nostro pianeta e far funzionare la nostra società.

Image of Changeset #10000000

Il changeset numero 100 000 000 è stato caricato dall’utente Lamine Ndiaye, che ha aggiunto degli edifici a Nianiane, in Senegal. WeeklyOSM ha in programma un’intervista con l’utente in una delle prossime uscite.

Per cento milioni di volte i mappatori hanno deciso di condividere la loro conoscenza del mondo con gli altri. Cento milioni di volte grazie! E il ritmo a cui avanza la mappa accelera sempre di più: il changeset numero 90 000 000 è stato caricato solo sei mesi fa.

Sarai con noi a creare i prossimi cento milioni di contributi? Inizia ora!

OSMF e OpenCage – Comunicato stampa congiunto

OpenCage è un membro aziendale di livello Silver della OpenStreetMap Foundation, il che dà diritto a rilasciare questo comunicato stampa congiunto. Se la tua organizzazione desidera sostenere maggiormente l’OSMF, considera la possibilità di aderire all’OSMF come membro aziendale, o informati su altri modi per contribuire.

La geocodifica è il processo di conversione da indirizzi o nomi di luoghi a coordinate geografiche (longitudine e latitudine). La geocodifica è una funzionalità geospaziale di base: un elemento fondamentale per sviluppare servizi basati sulla localizzazione.

OpenCage, membro della OpenStreetMap Foundation, gestisce un’API di geocodifica estremamente affidabile a livello aziendale, basata su OpenStreetMap. Siamo lieti di annunciare che OpenCage ha recentemente aumentato il suo impegno verso la OpenStreetMap Foundation passando a membro aziendale di livello Silver.

“Per anni il nostro servizio si è basato su OpenStreetMap. Siamo lieti di incrementare il nostro continuo supporto alla comunità mondiale di OSM aumentando il nostro livello di impegno verso la OpenStreetMap Foundation” ha detto Ed Freyfogle, co-fondatore di OpenCage.

“È una bella pietra miliare il fatto che l’attività sia cresciuta al punto da permetterci di passare da Bronze a Silver. Ma al di là del sostegno finanziario, il lavoro principale che facciamo è quello di aprire gli occhi dei nostri clienti – la maggior parte dei quali arrivano sapendo semplicemente che hanno bisogno di geocodifica e senza una comprensione dettagliata dei dati aperti – ai molti benefici dei dati aperti. I nostri clienti in tutto il mondo sono la prova che OpenStreetMap è commercialmente utilizzabile non in qualche lontano futuro teorico, ma oggi” ha continuato Freyfogle.

Un esempio di questo tipo di lavoro di formazione è la Guida alla geocodifica inversa recentemente pubblicata da OpenCage, che descrive in dettaglio le sfide tecniche del funzionamento continuo di un servizio di geocodifica inversa, mentre documenta anche i vantaggi dell’utilizzo di dati aperti come base di dati per tale servizio.

OpenCage offre degli SDK open source per accedere alle loro API di geocodifica per oltre 30 diversi linguaggi di programmazione.

Oltre ad essere membri aziendali dell’OSMF, OpenCage è orgogliosa di essere membro dei capitoli locali del Regno Unito (l’azienda è stata avviata nel Regno Unito) e della Germania (l’azienda ha attualmente sede in Germania), co-sponsorizza e contribuisce allo sviluppo open source di Nominatim (il principale software di geocodifica di OpenStreetMap) e sponsorizza regolarmente eventi OpenStreetMap.

GEOMOB logo

OpenCage incoraggia anche la geoinnovazione gestendo Geomob, una serie regolare di eventi in persona e online con l’obiettivo di promuovere la geoinnovazione in qualsiasi forma – sia per divertimento che per profitto, come dice lo slogan dell’evento. Ora, nel suo tredicesimo anno, Geomob è diventato una caratteristica consolidata del panorama europeo degli eventi geo, e presenta regolarmente progetti che utilizzano OpenStreetMap.

All’inizio del 2020, è stato lanciato il podcast di Geomob. Le conversazioni settimanali offrono la possibilità di riflettere sulle tendenze del settore geo, discutere di nuove interessanti tecnologie geo e intervistare i relatori di Geomob. Gli ospiti del podcast hanno incluso molti membri della comunità OpenStreetMap, tra cui Allan Mustard (presidente del consiglio di amministrazione di OSMF), Tyler Radford (direttore esecutivo del team umanitario di OpenStreetMap), Sarah Hoffmann (manutentrice dello strumento di geocodifica Nominatim, che alimenta la ricerca su osm.org), diversi fondatori di aziende che si basano su OpenStreetMap, e molti altri.


Traduzione dall’inglese di Alessandro Sarretta

OpenStreetMap

OpenStreetMap è stato fondato nel 2004 ed è un progetto internazionale per creare una mappa del mondo libera. Per fare ciò, migliaia di volontari raccolgono dati su strade, ferrovie, fiumi, foreste, edifici e molto altro a livello mondiale. I dati della nostra mappa possono essere scaricati gratuitamente da tutti ed usati per qualsiasi scopo – inclusi quelli commerciali. È possibile produrre mappe personalizzate che evidenziano specifici elementi o per calcolare percorsi, eccetera. OpenStreetMap è sempre più utilizzato per produrre mappe che possono essere aggiornate facilmente e velocemente.

OpenStreetMap Foundation

La OpenStreetMap Foundation è un’organizzazione senza scopo di lucro, costituita per sostenere il progetto OpenStreetMap. Si dedica a incoraggiare la crescita, lo sviluppo e la distribuzione di dati geospaziali gratuiti per chiunque li utilizzi e li condivida. La Fondazione OpenStreetMap possiede e mantiene l’infrastruttura del progetto OpenStreetMap, è sostenuta finanziariamente dalle quote associative e dalle donazioni e organizza la conferenza annuale internazionale State of the Map. Non ha dipendenti a tempo pieno e sostiene il progetto OpenStreetMap attraverso il lavoro dei nostri gruppi di lavoro di volontari. Si prega di considerare la possibilità di diventare membro della

Sondaggio comunitario sulle decisioni del consiglio della Fondazione OSM nel 2020 e su argomenti attuali

Volete fornire un riscontro sulle decisioni che il consiglio di amministrazione della Fondazione OSM ha preso nel 2020 e su altri argomenti attuali? Il consiglio ha preparato un sondaggio e chiede il vostro apporto per stabilire le sue priorità.

Ad oggi, il sondaggio è disponibile in sedici lingue. Immagine di D. Kazazi, CC-BY-SA 3.0. Il logo ufficiale OSM è di Ken Vermette, si applicano CC-BY-SA 3.0 e marchi registrati.

Lingue

Grazie ai volontari traduttori, il sondaggio è disponibile finora in sedici lingue:

Aiuto con le traduzioni

Se volete fornire una traduzione in una lingua non elencata, o per suggerire una correzione in una delle traduzioni, inviate un’email a allan@mustard.net.

Se volete invece aiutare traducendo in inglese le risposte non in inglese al sondaggio, oppure traducendo in altre lingue futuri sondaggi o post nel blog, inviate un’email a communication@osmfoundation.org avente come soggetto “Helping with translations in [lingua]”.

Indicazioni pratiche

  • È necessario fornire un indirizzo email valido (per ricevere un token di accesso) e risolvere un’equazione per poter accedere al sondaggio.
  • Ci sono diciotto domande, la maggior parte delle quali a risposta multipla e obbligatorie.
  • Le domande sono divise in più sezioni. Non è possibile tornare alla sezione precedente, ma la si potrà recuperare in seguito.
  • C’è una sezione, facoltativa, con domande di carattere demografico.
  • Le pagine con le informazioni aggiuntive collegate al sondaggio sono in lingua inglese.

Riscontri

Sulla mailing list “talk” si discute del sondaggio, e siete liberi di dare il vostro riscontro. Potete registrarvi qui alla mailing list, e trovate qui tutti i vecchi messaggi.

Privacy

  • Potete consultare qui le norme sulla privacy di LimeSurvey.
  • I membri del consiglio di amministrazione e l’assistente all’amministrazione potranno leggere le risposte, e le elaboreranno.
  • Gli indirizzi email e i nomi (se forniti) dei partecipanti non saranno pubblicati al termine del sondaggio.

Risultati

I risultati generali saranno pubblicati al termine del sondaggio. I vecchi sondaggi sono elencati qui.

Il termine ultimo per partecipare è il 14 febbraio 2021.

Anche qualora non vogliate partecipare al sondaggio, saremo lieti se ne spargerete la voce.

Vi ringraziamo in anticipo 🙂

La Fondazione OpenStreetMap è un’organizzazione senza scopo di lucro, costituita per sostenere il progetto OpenStreetMap. Si dedica a incoraggiare la crescita, lo sviluppo e la distribuzione di dati geospaziali gratuiti per chiunque li utilizzi e li condivida. La Fondazione OpenStreetMap possiede e mantiene l’infrastruttura del progetto OpenStreetMap, è sostenuta finanziariamente dalle quote associative e dalle donazioni, e organizza la conferenza annuale internazionale State of the Map. Non ha dipendenti a tempo pieno e sostiene il progetto OpenStreetMap attraverso il lavoro dei nostri Gruppi di lavoro di volontari. Prendete in considerazione la possibilità di diventare membri della Fondazione.

La miglior mappa mondiale per l’accessibilità

La giornata mondiale delle persone con disabilità si osserva ogni anno il 3 dicembre, e OpenStreetMap la ricorda affermando che «il nostro obiettivo è essere la miglior mappa mondiale per l’accessibilità». Da tanto tempo OpenStreetMap è una risorsa per mappare e condividere dati aperti su aspetti relativi alle disabilità.

Diapositiva a cura di Wheelmap, fotografia di Andi Weiland (gesellschaftsbilder.de).

Abbiamo chiesto ai membri che partecipano alla mailing list “Accessibility” perché e come OpenStreetMap è così utile.

Jean-Marie Favreau dell’Université Clermont Auvergne ha spiegato:

La forza di OpenStreetMap sta nel permettere a chiunque di contribuire con dati sull’accessibilità, che siano le autorità locali, associazioni di utenti o singoli individui. Essendo un progetto globale, facilita la condivisione di osservazioni e conoscenze su come le capacità, le abitudini e le messe in pratica dell’accessibilità variano tra le diverse nazioni. Infine, i dati sono collettivi e gestiti da una comunità, perciò riflettono più accuratamente la realtà del territorio che mappano.

Nick Bolton della University of Washington aggiunge:

Quando persone con disabilità cercano informazioni su una mappa, trovano che quelle sull’accessibilità mancano o non riflettono le loro preferenze personali; né le aziende né gli enti governativi creano in maniera consistente delle mappe per pedoni interconnesse che siano abbastanza flessibili da soddisfare la diversità di preoccupazioni espresse dalle persone con disabilità. OpenStreetMap è adatto a riempire questo vuoto di informazioni, dato che ha un modello di dati flessibile ed estendibile dalla comunità, e le persone del posto possono contribuire senza aspettare che un’azienda o un ente governativo dedichi risorse o si assuma responsabilità, e tutti i dati sono pubblicati immediatamente, ed esaminati dal pubblico.

Siamo felici che OpenStreetMap soddisfi questa necessità. Continua a leggere per saperne di più sulle applicazioni per persone con disabilità, e su come si può contribuire alla mappa.

App per l’accessibilità

Esistono tante applicazioni e progetti di ricerca per persone con disabilità che usano OpenStreetMap per raccogliere e condividere dati sull’accessibilità, e per comunicare tali dati in maniera appropriata.

Una delle applicazioni più note per tracciare e condividere dati sull’accessibilità è Wheelmap. Wheelmap aiuta ad individuare ed etichettare l’accessibilità con carrozzina dei punti d’interesse. Ci sono sia un’app per android che un’app per iPhone. In questo periodo stanno gestendo una campagna per mappare l’accessibilità dei luoghi per i test del COVID-19. Svenja Heinecke ha raccontato altro a proposito di Wheelmap a State of the Map 2018.

I dati sui marciapiedi sono di importanza critica per una navigazione accessibile. OpenSidewalks si concentra sullo sviluppo di modi per etichettare e raccogliere i dati sull’accessibilità dei marciapiedi, mentre la sua “sorella” AccessMap crea dei piani di navigazione personalizzati per persone con difficoltà motorie. Entrambi i progetti sono del Taskar Center alla University of Washington. Questo approccio è stato preso dalle comunità italiane di OpenStreetMap di Padova e Milano, vedendo la partecipazione di persone con disabilità, studenti delle scuole superiori e altri nuovi mappatori.

Abbiamo poi la navigazione nell’interno degli edifici. AccessbileMaps è un progetto della Technische Universität Dresden in collaborazione con il Karlsruher Institut für Technologie e si concentra sull’accessibilità degli interni. Essi sviluppano degli strumenti per mappare gli edifici tramite lo schema “Simple Indoor Tagging”, in particolare per quanto riguarda le informazioni sull’accessibilità, e producono applicazioni che usano i dati di OSM per permettere a persone cieche, ipovedenti e a mobilità ridotta di organizzare il loro percorso.

Touch Mapper 3d printed tactile map in use
Una mappa 3D di Touch Mapper in uso.

A questo punto, i dati devono essere usati in maniera appropriata, e la creatività e l’innovazione sono fonte d’ispirazione.

Le mappe tattili aiutano le persone cieche o ipovedenti a farsi strada nei loro dintorni. Touch Mapper usa la stampa in 3D per creare delle mappe tattili a partire dai dati di OSM.

Soundscape di Microsoft Research aiuta gli utenti con disabilità alla vista a crearsi delle mappe mentali di ciò che li circonda. Tramite una descrizione audio dei luoghi, possono esplorare in modo più naturale e intuitivo i loro dintorni, e sentirsi più a loro agio e connessi con ambienti nuovi.

Il progetto di ricerca Compas alla Université Clermont Auvergne sviluppa ACTIVmap, in cooperazione con altri ricercatori accademici e privati, per costruire mappe che sfruttano un feedback tattile, sonoro e aptico per rappresentare e interagire con le informazioni geografiche.

Come aiutare?

Una schermata di una missione di StreetComplete per modificare informazioni sull’accessibilità.

È possibile ovviamente anche aggiungere etichette relative alle disabilità con i soliti editor di OpenStreetMap come JOSM, iD, e applicazioni per telefono come VespucciStreetCompleteOsmAND, e Go Map!!

La wiki di OpenStreetMap ha una guida esauriente alle etichette utili alle persone con disabilità. Di seguito elenchiamo alcuni tipi di proprietà che possono essere etichettate in OpenStreetMap, alcune delle quali possono essere aggiunte facilmente e rapidamente usando StreetComplete:

  • le indicazioni tattili al suolo (tactile_paving=yes/no) e le mappe tattili (information=tactile_map);
  • parcheggi per disabili (amenity=parking_space + access=no + disabled=yes/designated);
  • semafori con avvisi sonori (traffic_signals:sound=yes/no);
  • informazioni sull’accessibilità di scale, ad esempio la presenza o meno di corrimano (handrail:left/right/center=yes/no), il numero di scalini (step_count=*) o la presenza di rampe (ramp=yes/no) e di che tipo;
  • accessibilità in carrozzina di negozi e altri luoghi (wheelchair=yes/limited/no) così come dei servizi igienici (toilets:wheelchair=yes/no).

Ci sono molti altri modi di contribuire, anch’essi documentati sulla wiki. Per esempio, puoi promuovere OpenStreetMap tra amici che hanno una disabilità, e chiedere loro in quali altri modi OSM potrebbe aiutare. Potresti organizzare un “mapping party” dedicato alla mappatura di questo tipo di caratteristiche. Tradurre le pagine della wiki su questi argomenti in altre lingue. Oppure sviluppare nuove applicazioni per la navigazione o il rendering di questi dati per persone con disabilità.

Il sistema libero di etichette di OSM è in continua evoluzione: se pensi che qualcosa dovrebbe essere inserito nella mappa, ma manca, puoi aiutare affinché venga integrato.

Unisciti

Facci sapere come contribuisci, e per entrare in contatto con la nostra comunità unisciti alla mailing list https://lists.openstreetmap.org/listinfo/accessibility inviando un’email a accessibility-subscribe@openstreetmap.org.

Tradotto da Davide Feracin

ÖPNVKarte, un nuovo livello in evidenza su www.openstreetmap.org

ÖPNVKarte, un nuovo livello in evidenza su osm.org. Tasselli per gentile concessione di MeMoMaps.

OpenStreetMap.org ha ora in evidenza un nuovo livello delle mappe che mostra i nostri ricchi dati in maniera differente: ÖPNVKarte.

ÖPNVKarte è una mappa dei trasporti pubblici che mostra gli itinerari di treni, tram, treni leggeri, bus, traghetti, metropolitane nonché punti di interesse per i viaggiatori sui trasporti pubblici. Melchior Moos, il creatore del livello, spera che l’inclusione nel sito globale «aiuterà e ricompenserà mappatori da tutto il mondo rendendo più visibili i loro sforzi per mappare i trasporti pubblici».

La chiave della mappa di ÖPNVKarte può essere trovata sul sito web di ÖPNVKarte https://öpnvkarte.de (anche OpenBusMaps.org). Per chi si chiede il perché del nome, esso deriva dal tedesco per “mappa dei trasporti pubblici”.

ÖPNVKarte è già presente su siti come openstreetmap.de, openstreetmap.no, Mappa-Mercia, Facilmap , OSM inspector e su alcune applicazioni mobili.

Il livello di ÖPNVKarte è in aggiunta ai seguenti livelli:

  • Standard (OpenStreetMap Carto), che è il livello predefinito su osm.org,
  • Cycle Map(tasselli per gentile concessione di Andy Allan),
  • Transport Map(tasselli per gentile concessione diAndy Allan) e
  • Humanitarian (stile dei tasselli da parte di HOT OSM, ospitato da OSM France)

Il Gruppo di lavoro delle operazioni di OSM (OSM Operations Working Group) è interessato a nuovi livelli che mettano in evidenza differenti aspetti di OpenStreetMap; potete leggere qui per saperne di più sui criteri.

OSM Operations Working Group

Vuoi tradurre questo o altri articoli del blog in un’altra lingua o aiutare con le traduzioni in italiano? Invia un’email a communication@osmfoundation.org con oggetto: “Helping with translations in [lingua]”.

Il Gruppo di lavoro delle operazioni di OSM è uno dei Gruppi di lavoro di volontari della Fondazione OpenStreetMap. La Fondazione OpenStreetMap è un’organizzazione senza scopo di lucro, costituita per sostenere il progetto OpenStreetMap. Si dedica a incoraggiare la crescita, lo sviluppo e la distribuzione di dati geospaziali gratuiti per chiunque li utilizzi e li condivida. La Fondazione OpenStreetMap possiede e mantiene l’infrastruttura del progetto OpenStreetMap, è sostenuta finanziariamente dalle quote associative e dalle donazioni e organizza la conferenza annuale internazionale State of the Map. Non ha dipendenti a tempo pieno e sostiene il progetto OpenStreetMap attraverso il lavoro dei nostri Gruppi di lavoro di volontari. Si prega di considerare la possibilità di diventare membro della Fondazione.

OpenStreetMap è stato fondato nel 2004 ed è un progetto internazionale per creare una mappa del mondo libera. Per fare ciò, migliaia di volontari raccolgono dati su strade, ferrovie, fiumi, foreste, edifici e molto altro a livello mondiale. I dati della nostra mappa possono essere scaricati gratuitamente da tutti ed usati per qualsiasi scopo – inclusi quelli commerciali. È possibile produrre mappe personalizzate che evidenziano specifici elementi o per calcolare percorsi, eccetera. OpenStreetMap è sempre più utilizzato per produrre mappe che possono essere aggiornate facilmente e velocemente.

Un nuovo record per mappatori giornalieri e nuovi utenti!

Numero di mappatori giornalieri da metà aprile a metà maggio 2020 (a sinistra) e negli ultimi anni (a destra). Statistiche OpenStreetMap da osmstats.neis-one.org ©Pascal Neis. Screenshot fornito da Tobias Knerr. Dati cartografici Collaboratori di ©OpenStreetMap.

In maggio OpenStreetMap ha battuto vari record: i record per il maggior numero di mappatori giornalieri, di nuovi mappatori registrati in un giorno e di nuovi mappatori attivi sono stati battuti più volte.

Il 12 maggio è stato stabilito un nuovo record per i mappatori giornalieri con 6.999, e due giorni dopo il record è stato nuovamente battuto con 7.209. Sono stati stabiliti anche i record per i nuovi mappatori registrati, con 6.259 il 14 maggio, e per i nuovi mappatori attivi, 1.019 lo stesso giorno. Potete vedere altre statistiche dal sito di OSM Stats: http://osmstats.neis-one.org/?item=members

Ci chiedevamo se qualcuno di questi numeri potesse essere dovuto a un’attività insolita di (ad esempio) mappatori che normalmente mappavano durante il fine settimana e che, a causa del blocco dovuto al Covid-19, ora mappano durante la settimana, o a causa dell’aumento dell’editing organizzato in particolari paesi. Per questo motivo, abbiamo contattato Pascal Neis e gli abbiamo chiesto se poteva fornire qualche informazione. Pascal ci ha dato la sua disponibilità, ha fatto una rapida ricerca e ha fornito le sue considerazioni qui sotto (grazie!).

Secondo Pascal, la settimana di maggio citata ha avuto un’alta attività di membri che hanno contribuito in Perù, Botswana, Repubblica Centrafricana e altri paesi. In particolare, c’è stato un alto numero di nuovi membri registrati che hanno iniziato a contribuire nella regione del Cusco in Perù. Si nota anche che i nuovi mappatori hanno contribuito soprattutto nei giorni feriali.


Changesets di OpenStreetMap filtrati da #mapimpacto. Dati: 28 aprile – 16 giugno 2020.
Statistiche OSM daosmstats.neis-one.org © Pascal Neis. Dati mappa Collaboratori di ©OpenStreetMap.

Pascal ha anche esaminato attentamente i relativi hashtag e ha trovato alcune informazioni utili: in Perù (non tutti, ma) una quantità significativa di collaboratori ha utilizzato l’hashtag #mapimpacto. La Global Active Learning (GAL) School Perù, che ha ricevuto una microgrant HOT 2020, ha coordinato le attività su HOT. In Botswana diversi mappatori hanno utilizzato l’hashtag #COVBots. Oltre a questo, abbiamo evidenziato che in India c’è stato un lavoro intenso da parte di Educate Girls.

Tornando ai nuovi account registrati, questa crescita è in atto da tempo: OSM è cresciuta per anni, con circa 1,5 milioni di contributori totali e più di 6,5 milioni di utenti registrati al 30 maggio. Qui potete vedere le statistiche dettagliate nel tempo.

È fantastico vedere nuovi mappatori che si uniscono alla nostra comunità. Se non mappate da un po’ di tempo, perché non date un’occhiata al vostro quartiere, a un posto che vi è familiare o a un posto nuovo. Potete vedere alcune opzioni e saperne di più su https://wiki.openstreetmap.org. Date anche un’occhiata alla nostra guida sulle buone pratiche. E se volete saperne di più sulla mappatura con OpenStreetMap come organizzazione, date un’occhiata al Welcome Mat su https://welcome.openstreetmap.org e ricordate di aggiungere qualsiasi attività organizzata sul wiki di OSM, secondo le linee guida per l’editing organizzatoin OSM.

Buona mappatura!

Andrew e altri membri del CWG con il contributo di Pascal Neis
Traduzione dall’inglese di Alessandro Sarretta


Vuoi tradurre i blogposts OSM in inglese nella tua lingua ..? Inviaci una mail a communication@osmfoundation.org con oggetto: Helping with translations in [language]

La OpenStreetMap Foundation è un’organizzazione senza scopo di lucro, costituita per sostenere il progetto OpenStreetMap. Si dedica a incoraggiare la crescita, lo sviluppo e la distribuzione di dati geospaziali gratuiti per chiunque li utilizzi e li condivida. La Fondazione OpenStreetMap possiede e mantiene l’infrastruttura del progetto OpenStreetMap, è sostenuta finanziariamente dalle quote associative e dalle donazioni e organizza la conferenza annuale internazionale State of the Map. Non ha dipendenti a tempo pieno e sostiene il progetto OpenStreetMap attraverso il lavoro dei nostri gruppi di lavoro di volontari. Si prega di considerare la possibilità di diventare membro della Fondazione.

OpenStreetMap è stato fondato nel 2004 ed è un progetto internazionale per creare una mappa del mondo libera. Per fare ciò, migliaia di volontari raccolgono dati su strade, ferrovie, fiumi, foreste, edifici e molto altro a livello mondiale. I dati della nostra mappa possono essere scaricati gratuitamente da tutti ed usati per qualsiasi scopo – inclusi quelli commerciali. È possibile produrre mappe personalizzate che evidenziano specifici elementi o per calcolare percorsi, ecc… OpenStreetMap è sempre più utilizzato per produrre mappe che possono essere aggiornate facilmente e velocemente.

Una nuova licenza per lo stile standard delle tile di OpenStreetMap.org

Uno dei prodotti più importanti della comunità OpenStreetMap è il livello standard della mappa su openstreetmap.org. Esso è rilasciato sotto la licenza CC BY-SA 2.0 probabilmente da quando è stato creato. All’epoca i dati di OpenStreetMap erano rilasciati sotto la stessa licenza e comunque quando 8 anni fa abbiamo cambiato licenza all’ODbL 1.0 non abbiamo cambiato la licenza delle tile lasciandola com’è.

Lungo gli anni ciò ha portato ad una situazione nella quale l’uso delle tile (le singole immagini che costituiscono la mappa mostrata) è stato soggetto a più restrizioni legali del necessario ed ha impedito l’uso delle immagini in molti progetti, quando altrimenti sarebbe stato completamente possibile. L’assurdità della situazione potrebbe essere più chiara se si considera che si può prendere lo stile di mappa ”licenziato” sotto la CC0, i dati di OSM e produrre le stesse immagini ristrette solamente dai termini dell’ODbL per i “lavori derivati”.

È chiaro da molti anni che la situazione sia insostenibile e abbia creato frizioni con le terze parti (per esempio PLOS One) senza buone ragioni e che quindi bisogni spostarsi ad una licenza con sola attribuzione. Comunque, la domanda principale a cui il Licensing Working Group (LWG) non aveva risposto era: “Che licenza dovrebbero avere le tile in futuro?”. Considerato che di licenze del genere ce ne sono a bizzeffe, assumendo che non sia un problema, oltre alle licenze usate dalle entità governative (la OGL e derivati) non c’è alcuna licenza con sola attribuzione popolare e ben conosciuta e volevamo evitare di crearne una nostra se possibile.

Nel 2019 abbiamo presentato all’OpenStreetMap Foundation board una proposta di passare alla licenza CC BY 4.0 unita ad una rinuncia a quei termini che vanno oltre la richiesta di attribuzione. La nostra motivazione è che usare un’etichetta ben conosciuta sarebbe preferibile e che rinunceremmo a dei termini che sia il licenziante che il licenziatario in generale ignorano, in modo che anche se le complicazioni legali non fossero comprese, le cose funzionerebbero bene comunque.

La proposta non è stata neanche discussa dal board nel momento in cui ha incontrato una forte opposizione da parte comunità. Nonostante l’LWG pensasse che le motivazioni dietro l’opposizione fossero incorrette, abbiamo inviato nuovamente la proposta al board stavolta proponendo che le tile fossero licenziate semplicemente come un “lavoro derivato” con l’ODbL con nessun altro termine aggiuntivo. Ciò è stato già discusso come alternativa possibile e sembra essere una soluzione ben accolta al problema. Il testo legale rilevante può essere trovato al punto 4.3 dell’ODbL https://opendatacommons.org/licenses/odbl/1-0/index.html ed essenzialmente richiede solo un attribuzione in modo accettabile.

Il mese scorso il board ha accettato la proposta ed ha fissato l’inizio della nuova licenza al 1 luglio 2020. Mentre potremo cambiare il testo della versione inglese della pagina “Copyright” di openstreetmap.org, le traduzioni potrebbero ritardare un po’ e quindi chiediamo a tutti voi un po’ di pazienza fino a quando tutto non sarà adattato.

Simon Poole per il Licensing Working Group


Vuoi tradurre questo o altri blogpost in un’altra lingua o aiutare con le traduzioni in Italiano? Invia una mail a communication@osmfoundation.org con oggetto: Helping with translations in [lingua]

OpenStreetMap è stato fondato nel 2004 ed è un progetto internazionale per creare una mappa del mondo libera. Per fare ciò, migliaia di volontari raccolgono dati su strade, ferrovie, fiumi, foreste, edifici e molto altro a livello mondiale. I dati della nostra mappa possono essere scaricati gratuitamente da tutti ed usati per qualsiasi scopo – inclusi quelli commerciali. È possibile produrre mappe personalizzate che evidenziano specifici elementi o per calcolare percorsi, ecc… OpenStreetMap è sempre più utilizzato per produrre mappe che possono essere aggiornate facilmente e velocemente.

La OpenStreetMap Foundation è un’organizzazione senza scopo di lucro, costituita per sostenere il progetto OpenStreetMap. Si dedica a incoraggiare la crescita, lo sviluppo e la distribuzione di dati geospaziali gratuiti per chiunque li utilizzi e li condivida. La Fondazione OpenStreetMap possiede e mantiene l’infrastruttura del progetto OpenStreetMap, è sostenuta finanziariamente dalle quote associative e dalle donazioni e organizza la conferenza annuale internazionale State of the Map. Non ha dipendenti a tempo pieno e sostiene il progetto OpenStreetMap attraverso il lavoro dei nostri gruppi di lavoro di volontari. Si prega di considerare la possibilità di diventare membro della Fondazione.

Tradotto da Ferdinando Traversa